Come tutti sappiamo, Chris Paul è un giocatore di basket molto capace, ma non ha ancora vinto un campionato NBA. Così a giugno 2017 ha scelto di indossare la maglia Houston Rockets e diventare un compagno di squadra con James Harden. Harden era anche una brillante guardia da tiro. Da allora, il super duo era stato un mal di testa per altre squadre NBA.

Sfortunatamente, Paul non poteva ancora aiutare i Rockets a vincere il campionato. Poi, lo scorso luglio, i Rockets hanno preso una decisione brutale: lo hanno scambiato. Quindi in questa stagione deve indossare la maglia Oklahoma City Thunder. Ma è stata davvero la sua incapacità a portarlo a essere scambiato? La risposta è stata no, perché ha avuto una prestazione eccezionale per il Tuono. Finora in questa stagione, ha portato la squadra a 40 vittorie e al quinto posto nella Western Conference.

È ancora più avanti rispetto ai Rockets, che sono al sesto posto. Pertanto, penso che i Rocket dovrebbero scusarsi con lui perché non lo rispettavano in passato. Sebbene sia un veterano di 35 anni, non ha perso le sue capacità. È ancora una superstar che può fare miracoli.